DARSENA RAVENNA APPRODO COMUNE


Scenari e obiettivi

L’approccio partecipativo per l’identificazione delle traiettorie di sviluppo e degli obiettivi di interesse pubblico del progetto DARE

Multilab

I tre scenari di sviluppo (La Darsena laboratorio, luogo della conoscenza e della sperimentazione; La Darsena cosmopolita, luogo della comunità, dell’inclusione e dell’interscambio e La Darsena verde, luogo degli stili di vita sostenibili e all’aria aperta) descritti all’interno dell’Invito a presentare proposte progettuali per la rigenerazione del quartiere costituiscono delle vere e proprie traiettorie di sviluppo che sono state individuate con un approccio partecipativo nell’ambito delle attività svolte all’interno del Progetto DARE

In particolare, è stata realizzata un’attività di stakeholder engagement, frutto di un lavoro di mappatura degli attori territoriali e parte integrante del processo di analisi del territorio.

La mappatura degli attori territoriali ha consentito di rilevare circa 450 stakeholder, attivi in pratiche, progetti e politiche in atto sul quartiere. Da questa prima rilevazione sono stati successivamente estrapolati quegli attori che, nel tempo, hanno portato avanti o promosso più iniziative progettuali, consentendo di selezionare circa 60 attori − suddivisi nei cinque temi − sui quali è stata svolta un’attività di stakeholder analysis con i Partner del progetto DARE. Quest’ultima attività di scrematura ha permesso di evidenziare gli stakeholder di maggiore importanza e influenza per il territorio della Darsena e di individuare, di conseguenza, quegli attori che sarebbero stati coinvolti successivamente nelle attività di ascolto su cinque temi che si configurano come delle vocazioni territoriali

  • Arte e cultura
  • Lavoro ed economia
  • Accoglienza e abitare
  • Sport
  • Socialità

Attraverso questa attività di coinvolgimento degli stakeholder del territorio sono state raccolte informazioni, fondamentali per costruire le traiettorie di sviluppo, sulle quali i partecipanti all’Invito saranno chiamati a proporre progetti per la rigenerazione della Darsena.

È stato realizzato un workshop che ha coinvolto 28 stakeholder suddivisi in tavoli di lavoro relativi ai cinque temi delle vocazioni territoriali. Il workshop con gli stakeholder ha confermato e arricchito i tre scenari di sviluppo: è emersa una visione della Darsena come luogo ideale in cui sperimentare soluzioni ibride e innovative, in grado di connettere le diverse vocazioni territoriali.

Lo spazio della Darsena viene percepito dai partecipanti al workshop come un luogo in cui mettere in atto forme sperimentali legate sia alla valorizzazione degli spazi urbani sottoutilizzati (aree verdi, ma anche strade o piazze), sia alla innovazione gestionale e/o funzionale. In particolare, si punta a facilitare l’insediamento di nuove imprese attraverso azioni di recupero del patrimonio dismesso, sperimentando nuove forme educative e formative e attivando forme innovative della gestione dei beni comuni. Inoltre, i partecipanti hanno proposto nuove forme di mobilità urbana.

Il tema dello spazio fisico è risultato importante anche in relazione all’emergenza Covid-19 e al cambiamento climatico, attraverso cui i partecipanti al workshop hanno fatto emergere temi importanti, come la centralità degli spazi aperti e la loro gestione multifunzionale. Lo spazio aperto assume un ruolo centrale soprattutto per lo sport, per le attività scolastiche e per le attività commerciali. Inoltre, è emersa una visione della Darsena come ambiente ideale per la creazione di piccoli ecosistemi resilienti (es. comunità energetiche), in grado anche di riportare la biodiversità in ambito urbano.

Attraverso la rilevazione dei bisogni, delle aspirazioni e delle ambizioni dei partecipanti è emersa, inoltre, in tutti i tavoli la logica del mix. Il workshop ha restituito una visione dell’area territoriale che punta alla valorizzazione della mixité sociale e culturale della Darsena, attraverso la creazione di luoghi di relazione in grado di mettere in risalto la multietnicità, di attribuire importanza all’identità locale e alla storia dei quartieri.

Dai tavoli sono infine emerse delle questioni trasversali, quali la stigmatizzazione, la dignità e il risanamento delle fratture culturali e sociali del quartiere. Inoltre, viene più volte espresso il bisogno sia di avere una visione condivisa della riqualificazione sia di una gestione condivisa di attività e beni, sottolineando non solo l’importanza dei risultati ottenuti, ma anche del processo.

I temi emersi sono andati dunque a comporre i tre scenari di sviluppo del Progetto DARE sui quali i partecipanti all’Invito saranno chiamati a proporre progetti per la rigenerazione della Darsena.

 

I tre scenari

Scenario 1 | La Darsena laboratorio, luogo della conoscenza e della sperimentazione

Raccoglie proposte progettuali sperimentali ed innovative, in grado di fornire risposte ai nuovi bisogni e stili di vita del territorio.

Fa riferimento a progettualità in grado di rispondere favorevolmente alla seguente domanda: La proposta può concorrere a caratterizzare la Darsena come il quartiere che traina la città di Ravenna verso il futuro, diventando luogo privilegiato della ricerca, della sperimentazione e della creatività in diversi ambiti disciplinari (tecnologico, scientifico, culturale, sociale e imprenditoriale)?

Scenario 2 | La Darsena cosmopolita, luogo della comunità, dell’inclusione e dell’interscambio

Raccoglie proposte progettuali in grado di generare inclusione o occupazione di buona qualità, che puntano ad arricchire e completare la gamma di offerta dei servizi presenti nel quartiere.

Fa riferimento a progettualità in grado di rispondere favorevolmente alla seguente domanda: La proposta può concorrere a caratterizzare la Darsena come il quartiere dove si innalza la qualità della vita dei cittadini, il senso di appartenenza e il benessere mentale e psico-fisico, anche grazie al tessuto di accoglienza, solidarietà per e tra i residenti e i nuovi residenti e ad un nuovo slancio dei legami comunitari?

Scenario 3 | La Darsena verde, luogo degli stili di vita sostenibili e all’aria aperta 

Raccoglie proposte progettuali su temi legati alla dimensione adattiva del quartiere, in cui lo spazio aperto diviene un luogo in cui immaginare nuove modalità di stili di vita.

Fa riferimento a progettualità in grado di rispondere favorevolmente alla seguente domanda: La proposta può concorrere a caratterizzare la Darsena come il quartiere dove si perseguono stili di vita sani, grazie alla valorizzazione degli spazi aperti e ad un contesto sempre più verde e sostenibile?

Dalla ricomposizione dei temi emersi dai tavoli di lavoro sulle cinque vocazioni territoriali del quartiere si sono successivamente estrapolati i cinque obiettivi di interesse pubblico

I partecipanti potranno scegliere, tra i cinque obiettivi, quelli che ritengono essere maggiormente caratterizzanti della loro proposta progettuale, indicandone minimo uno e massimo tre.

 

I cinque obiettivi

Obiettivo 1 | Partecipazione/integrazione territoriale

È proprio di progetti che rispondono favorevolmente alla seguente domanda: il progetto stimola la collaborazione tra più soggetti?

Obiettivo 2 | Prossimità/inclusione sociale

È proprio di progetti che rispondono favorevolmente alla seguente domanda: il progetto concorre a rendere la Darsena un quartiere più accogliente e incide positivamente sulla qualità della vita dei residenti, in termini di inclusione sociale, comunità e vivacità dell’offerta di attività e servizi per le persone?

Obiettivo 3 | Attrattività e identità del quartiere

È proprio di progetti che rispondono favorevolmente alla seguente domanda: il progetto concorre a rendere la Darsena un quartiere attrattivo per i visitatori e i non residenti e più gradevole per chi vi risiede?

Obiettivo 4 | Sostenibilità ambientale

È proprio di progetti che rispondono favorevolmente alla seguente domanda: il progetto concorre a rendere la Darsena un quartiere più salubre e sostenibile?

Obiettivo 5 | Sviluppo economico territoriale

È proprio di progetti che rispondono favorevolmente alla seguente domanda: il progetto concorre a rendere la Darsena un eco-sistema imprenditoriale e creativo e innovativo, creando opportunità di formazione e lavoro?

 

Le proposte progettuali, ricondotte alle tre tipologie di intervento, inserite in uno dei tre scenari di sviluppo e collegate ad almeno un obiettivo di interesse pubblico fino a un massimo di tre, potranno dunque candidarsi alla rigenerazione del quartiere Darsena.

Scopri come candidare il tuo progetto QUI.